Lusso Nike Baltimore Ravens Michael Oher 74 Bianco Elite 2013 Super Bowl NFL Jersey Art Patch efqfkw 8tL1TQQc

SKUNFL19358
Lusso Nike Baltimore Ravens Michael Oher 74 Bianco Elite 2013 Super Bowl NFL Jersey Art Patch efqfkw 8tL1TQQc
A basso prezzo 2013 del nuovo Nike Seattle Seahawks 25 Sherman Drift verde di modo Elite Jerseys hkwimg GcKo2

Jack jones jjiglenn jjoriginal jeans slim fit blue denim uomo abbigliamento blu collezione inverno 2017 romamagliette jack and jonesalta popolarità 9Xjgq

Chiara Frontini, il terremoto del primo turno: così ripulirò Viterbo

Nuovo Nissan Qashqai: brio, lusso e sicurezza

Mediagallery

standard

Salute

Marchi Sacramento Kings Jimmer Fredette Revolution 30 Swingman Jersey alternative jtddhc 4kCTQ

Roma, (askanews) - Benedetto Di Salvo, Vice President della Business Unit Digital Solutions di Sirti, fa il punto negli studi di askanews sulle cosiddette smart cities, tema di cui si parla molto ma che, in Italia, ancora deve vedere un concreto sviluppo. Innanzitutto cosa sono le smart cities: "Parliamo di fatto di sostenibilità, ambientale, economica e sociale nell'ambito delle città - spiega

Roma, (askanews) - "Bloccare il business dell'immigrazione clandestina significa bloccare l'intervento dannoso e pericoloso di queste navi straniere che aldilà di ogni sicurezza, sia dei marinai libici, che degli stessi immigrati, procedono nell'assoluta mancanza di rispetto delle regole internazionali. In Libia, tutti gli interlocutori mi hanno ringraziato per la posizione ferma del governo

Roma, (askanews) - "Il ministro francese è ignorante, nel senso che ignora che la Lifeline batte bandiera dubbia, in acque altrui, che agisce ignorando segnalazioni sia della Guardia Costiera italiana che libica. E' una nave fuorilegge. Ovunque attracchi è una nave che va sequestrata con l'equipaggio in stato di fermo e mi stupisce questa cattiveria dei francesi". Così il ministro dell'Interno,

SPETTACOLIsport

RIETI

Sabato 23 giugno, alle 18, al teatro Flavio Vespasiano, sono in programmai celebri "Carmina Burana" di Carl Orff, versione per soli, coro, due pianoforti e percussioni

22.06.2018

RIETI

Giovedì 21 giugno alle ore 19.00 presso la Chiesa di San Rufo a Rieti, concerto di Musica barocca, in occasione della Festa Europea della Musica, con Sandro Sacco al Flauto

17.06.2018

CITTAREALE

Dopo la convivialità del Teatro delle Ariette andata in scena lo scorso 8 giugno, continua l’impegno del Teatro di Roma nei luoghi colpiti dal sisma con I SOGNATORI HANNO I

­
15 49.0138 8.38624 arrow 0 arrow 1 4000 1 0 horizontal https://retroonline.it 300 0
14 marzo 2012
by Nike 2013 Nfl Houston Texans 23 Arian Foster Drift Ii Pullover Dellelite eMrn7TR5

di Filippo Durazzo.

Questo è un articolo un po’ diverso dal solito. Nessuna canzone in contemporanea al testo, ma piuttosto un’ introduzione ad un album, e l’offerta di perdervi nei deliri di due menti che producono quella che sarà, forse, la musica del futuro. Ricardo Villalobos è solitamente sinonimo di intelligenza, tecnica e selezione musicale. Si ritiene che sia uno dei migliori dj al mondo, nell’ambito della musica Minimal e Microhouse.

Il suo ultimo progetto “Re: ECM”, composto a Berlino nell’autunno del 2009 insieme a Max Loderbauer, ha fatto tappa anche a Torino ieri sera, 13 marzo. Si tratta senza ombra di dubbio del lavoro più sperimentale del dj Cileno. Un mix di suoni che va al di là della musica techno o minimal. In effetti, possiamo dire che il risultato è qualcosa che va al di là proprio del concetto di musica. Si superano gli schemi classici e le classificazioni più banali. Anche i bpm (battiti per minuto) -elementi che qualificano ormai per la loro importanza i generi musicali (dubstep 70 o 140 bpm; DrumBass 140/180 bpm; Electro-Indie 124/126 bpm)- vengono superati. La ricerca fatta da Villalobos in “RE:ECM” non è più solo nell’ambito della realtà, ma indaga l’ambito del subconscio. La musica viene composta, come raccontano in una intervista i due artisti, prendendo spunto dal Jazz, in cui ogni strumento interagisce con l’altro, provocando nello spettatore sensazioni contrastanti. Nell’album si cercano di far interagire da un lato le strutture minimali della musica e dall’altro sonorità che stimolano la parte più recondita della nostra mente. Ciò che ne viene fuori altro non è che un flusso continuo e perenne di suoni, con sonorità che provengono dal Jazz, e arrivano ed evolvono fino alla musica dark ambient, passando per voci distorte e cori eterei.

Nel live vi sono poche pause, e quasi nessun silenzio, a differenza dell’album che invece concede dei momenti di tregua. Lo spettatore viene travolto da un’ora e mezza di musica a tratti assordante, senza battiti, senza melodie. Non si capisce e ci si perde, e non tutti, anzi, quasi nessuno riesce a capire cosa effettivamente sta succedendo. Parecchi si alzano e se ne vanno, a metà concerto, o anche solo dopo i primi 10 minuti. Personalmente decido di lasciarmi guidare, e il fatto che le luci dal palco ti vengano ripetutamente sparate negli occhi provoca un senso intenso di fastidio. Non puoi vedere. Forse non vogliono nemmeno che tu veda. Decido di interpretare quelle luci come un suggerimento: abbasso le palpebre e ascolto. Stop. In effetti la mole di informazioni -visive, tattili, uditive- che si susseguono sono troppe. Bisogna cercare di isolare i propri sensi e ampliare al massimo la percezione uditiva. Dopo dieci minuti in uno stato semi vegetativo ad occhi chiusi, ti accorgi che respiri senza sentire alcun odore e non percepisci alcun gusto, ma sei in balia della musica. Nella tua mente si incominciano a produrre immagini staccate tra di loro, e senza fili conduttori. La musica non esplode mai, per tutto il live, lasciando quasi un senso di insoddisfazione nel finale. Lasciarsi guidare nei deliri prodotti da Villalobos e Loderbauer, costa una fatica immane allo spettatore, ma alla fine anche un senso di piacere per avere provato qualcosa di diverso e alternativo rispetto alla musica convenzionale. Questo è un assaggio.

SHARE
Nike Uomini Gioco Cincinnati Bengals Customized Di Colore Arancione Jersey z6X7X9Dht
, Senza categoria
What’s my destiny, Dragonball?
Buon Pi Greco Day!
You May Also Like
Ambient Intelligence Student Showcase 2017: il 3 ottobre a I3P i migliori progetti per ambienti più smart
Zuckerberg annuncia: “E’ nata Max, il 99% delle quote di Facebook andranno in beneficenza”
Rosario di Rosa, il minimalista che vorrebbe essere Allevi
23 maggio 2017
La Settimana dell’Innovazione torinese
0 Comment

Startupper!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

PER ESSERE SEMPRE INFORMATO

© 2013 Copyright © FONDAZIONE CARNEVALE DI VIAREGGIOcasella postale 317 - 55049 Viareggio - Tel. +39 0584 58071 - Fax +39 0584 580771 - [email protected]